venerdì 25 settembre 2009

Insegnamento alternativo un diritto da garantire







Da più parti aumenta la richiesta di avere una vera alternativa all'Insegnamento della Religione Cattolica, basterebbe garantire i docenti ma questo non avviene


la necessità della garanzia di un insegnamento plurale e non confessionale oltre a creare nuovi posti di lavoro garantirebbe un diritto costituzionale e legislativo.



1
25-09-2009
Il Secolo Xix
  28
L'ALTERNATIVA ALL'ORA DI RELIGIONE E' LA STRADA
2
25-09-2009
Il Secolo Xix
  28
L'IMAM: "UTILIZZIAMO I MEDIATORI CULTURALI ANCHE NELLE CLASSI"


a Genova è lo stesso rappresentante della curia a lamentarsi della mancanza di un alternativa mentre l'Imam mette a disposizione i mediatori culturali.....

Ma sempre in questi discorsi ci si dimentica dei figli dei non credenti e si confonde l'appartenenza religiosa dei genitori o della comunità di appartenenza con quella degli studenti.

Gli increduli in italia sono quasi 10 milioni non si capisce perché debbano essere sistematicamente ignorati

dalla tabella riassuntiva scopriamo che alle scuole medie si fa 1 ora e mezza la settimana di IRC

L'UAAR s'impegna da tempo sul progetto ora alternativa e invitiamo tutte le associazioni e le persone interessate a questo fondamentale diritto dei nostri figli a partecipare a tale progetto

Nessun commento:

Cerca nel blog

NASA Image of the Day